In dogana con 50 scatole di Kamagra nascoste nell’automobile

Il farmaco è utilizzato per problemi di disfunzione erettile (analogo del Viagra). Ad introdurlo in Svizzera da una coppia che rientrava da una vacanza in Serbia

Al valico autostradale di Chiasso con 50 scatole di Kamagra, farmaco utilizzato per problemi di disfunzione erettile (analogo del Viagra). I collaboratori dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC) hanno fermato un’automobile nella quale erano nascoste le scatole.

Ad introdurlo in Svizzera da una coppia che rientrava da una vacanza in Serbia. La merce, destinata alla rivendita, è stata trattenuta dall’UDSC in vista della confisca da parte di Swissmedic.

Un 28enne di nazionalità serba residente in Svizzera è stato fermato giovedì 5 maggio alle 5 e 30 del mattino, dagli agenti dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC) al valico autostradale di Chiasso. L’uomo era accompagnato dalla moglie, una 34enne di nazionalità svizzera. Il controllo approfondito del veicolo effettuato da parte degli agenti dell’UDSC ha permesso di trovare 50 scatole di Kamagra nascoste in una confezione di biscotti e all’interno del triangolo di emergenza del veicolo.

Gli inquirenti hanno stabilito che nel corso del 2021 sono state effettuate altre importazioni del medesimo prodotto, in quantità inferiore, tuttavia destinato anch’esso in parte alla rivendita. L’omessa dichiarazione costituisce un’infrazione alla Legge sull’IVA (LIVA) e alla Legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (LATer).

cialis | Venerdì 13 Maggio 2022 - 11:43 pm | | Predefinito

Bolsonaro e 35.000 pillole di Viagra per i militari: ira opposizione in Parlamento. Il presidente: «Ecco a cosa servono»

Nei vaccini anti Covid non crede troppo, ma su altri farmaci Jair Bolsonaro, il presidente-soldato del Brasile ha granitiche certezze: il Viagra serve a migliorare le prestazioni dei militari e quindi via all'acquisto di 35mila pillole blu. L'opposizione in Parlamento trasecola e protesta: «Perché i cittadini devono pagare queste particolari medicine per i militari?»

Già, perché? Detto che l'esercito brasiliano conta sulla carta, tra effettivi, riservisti e soggetti alla leva, su oltre 40 milioni fra uomini e donne su 212 milioni di abitanti  e detto anche che le pillole in questione sono riservate "solo" a Marina e Aeronautica, la questione è sbarcata con grande polemica in Parlamento e non solo. Per fortuna il Brasile non si è più dovuto difendere dal 1865 ovvero dalla guerra con il Paraguay. E non è che le forze armate abbiano finanziamenti da scialare: un numero impressionante di mezzi militari (aerei e navi compresi) è inservibile per mancanza di pezzi di ricambio e manutenzione. 

Come riporta il Guardian, anche la cantante Zélia Duncan ha chiesto ai suoi 568mila follower su Twitter spiegazioni su questa fornitura "bellica". «Mi sento impotente», ha risposto uno di loro. Anche il vignettista seguitissimo Miguel Paiva ha provato a rispondere alla domanda.

Il deputato Marcelo Freixo ha ricordato che  «l'amministrazione Bolsonaro ha indugiato sull'acquisto di vaccini Covid, ma ha approvato l'acquisto di 35.000 pillole di Viagra per le forze armate».

Sospetta qualcosa Ciro Gomes, prossimo sfidante di Bolsonaro in nome del centrosinistra: «Non si starà sviluppando un'arma segreta?»

Ma i militari cosa dicono? Non è come credono i maliziosi, il Viagra è stato comprato e distribuito fra i militari per «curare l'ipertensione polmonare». Una toppa peggio del buco anche perché Bolsonaro ha fatto dell'immagine del macho militare la sua cifra.  L'ex capitano dell'esercito e paracadutista, 67 anni, ama mostrare i muscoli. Ama vantarsi della virilità sua e del paese in cui ha rentrodotto le parate militari davanti al palazzo presidenziale.

Nei vaccini anti Covid non crede troppo, ma su altri farmaci Jair Bolsonaro, il presidente-soldato del Brasile ha granitiche certezze: il Viagra serve a migliorare le prestazioni dei militari e quindi via all'acquisto di 35mila pillole blu. L'opposizione in Parlamento trasecola e protesta: «Perché i cittadini devono pagare queste particolari medicine per i militari?»

 

APPROFONDIMENTI

 

 

 

Già, perché? Detto che l'esercito brasiliano conta sulla carta, tra effettivi, riservisti e soggetti alla leva, su oltre 40 milioni fra uomini e donne su 212 milioni di abitanti  e detto anche che le pillole in questione sono riservate "solo" a Marina e Aeronautica, la questione è sbarcata con grande polemica in Parlamento e non solo. Per fortuna il Brasile non si è più dovuto difendere dal 1865 ovvero dalla guerra con il Paraguay. E non è che le forze armate abbiano finanziamenti da scialare: un numero impressionante di mezzi militari (aerei e navi compresi) è inservibile per mancanza di pezzi di ricambio e manutenzione. 

 

Come riporta il Guardian, anche la cantante Zélia Duncan ha chiesto ai suoi 568mila follower su Twitter spiegazioni su questa fornitura "bellica". «Mi sento impotente», ha risposto uno di loro. Anche il vignettista seguitissimo Miguel Paiva ha provato a rispondere alla domanda.

 

 

.

 

 

Il deputato Marcelo Freixo ha ricordato che  «l'amministrazione Bolsonaro ha indugiato sull'acquisto di vaccini Covid, ma ha approvato l'acquisto di 35.000 pillole di Viagra per le forze armate».

 

Sospetta qualcosa Ciro Gomes, prossimo sfidante di Bolsonaro in nome del centrosinistra: «Non si starà sviluppando un'arma segreta?»

 

 

Ma i militari cosa dicono? Non è come credono i maliziosi, il Viagra è stato comprato e distribuito fra i militari per «curare l'ipertensione polmonare». Una toppa peggio del buco anche perché Bolsonaro ha fatto dell'immagine del macho militare la sua cifra.  L'ex capitano dell'esercito e paracadutista, 67 anni, ama mostrare i muscoli. Ama vantarsi della virilità sua e del paese in cui ha rentrodotto le parate militari davanti al palazzo presidenziale.

cialis | Domenica 17 Aprile 2022 - 9:16 pm | | Predefinito

5 erbe per ravvivare la passione a 60 anni

Come riaccendere la passione sfruttando le potenzialità dei rimedi naturali: ecco 5 erbe che vantano notevoli effetti afrodisiaci

Erbe e piante possono rivelarsi preziose alleate per riaccendere la passione e ravvivare la vita di coppia, anche a 60 anni. Ricorrere ai rimedi naturali, infatti, è certamente una soluzione efficace per ritrovare l’armonia e l’intimità, che spesso tende a ridursi con il passare del tempo rischiando di compromettere il rapporto a due.

Attingere da tutto ciò che offre la natura, in molti casi, può rappresentare una valida alternativa ai farmaci e talvolta permette di sperimentare rimedi fai da te che è possibile utilizzare anche in ambito culinario. Dal comune zafferano all’orientale Ginkgo bilboa, fino all’esotica maca, le erbe che vantano spiccati effetti afrodisiaci non mancano. Ecco le 5 più efficaci.

cialis | Domenica 03 Aprile 2022 - 9:47 pm | | Predefinito

Disfunzione erettile, il Viagra non funziona? Il dramma di un 66enne e la sentenza dell'esperto: pessime notizie

"Ho 66 anni e per 12 anni ho avuto rapporti sessuali usando tutti i farmaci in commercio. Da 8 mesi, però, non ho più alcuna risposta di erezione. Sono diabetico e da tre anni iperteso, in terapia e con un buon controllo di entrambe le cose. Perché i farmaci non funzionano più?", scrive un lettore a Repubblica Salute.

La risposta di Aldo Franco De Rose, urologo e andrologo dell’ospedale universitario San Martino di Genova, è molto particolarizzata: "Gli inibitori delle fosfodiesterasi 5 (viagra, cialis, levitra e spedra) sono dei farmaci sintomatici e quindi non curativi di problemi organici. Questo significa che per il rapporto sessuale è necessaria l’assunzione di questi farmaci, altrimenti non c’è erezione. Al contrario, quando l’erezione è presente di notte o al mattino, e quindi non esistono problemi organici, allora vuol dire che l’ansia, la paura di non riuscire e l’agitazione impediscono l’ottenimento dell’erezione spontanea al momento dell’atto anche con la vaccinazione anti- influenzale ogni anno: i linfonodi si ingrossano in risposta a un processo infiammatorio in corso".

"In questi casi sarebbe opportuno un aiuto psicosessuale. La mancata risposta erettiva alla compressa dell’amore dopo anni di buoni risultati, potrà dipendere da un peggioramento dello stato metabolico e quindi si consigliano controlli diabetologici e della pressione, facendo attenzione anche ai farmaci assunti, in quanto alcuni di loro, come beta bloccanti, diuretici, farmaci per la cura del colesterolo e trigliceridi, e molti altri, possono dare disturbi dell’erezione. Particolare attenzione va poi riservata al controllo delle arterie del pene mediante l’ecocolordoppler dinamico con la puntura di prostaglandine e allo stato ormonale mediante il dosaggio di testosterone e prolattina. Infine, bisogna esclude problemi neurologici, come la neuropatia diabetica", conclude l'esperto.

cialis | Mercoledì 23 Marzo 2022 - 01:56 am | | Predefinito

Cocktail tutorial: il Cialis della Farmacia Alcolica di Palermo

Il Cialis è un twist del Gin Fizz realizzato in tecnica Shake & Strain con Gin Mare ed estratto di lattuga. Lo hanno ideato Peppe Cirrito e Nicola Padorno, alla guida del banco della Farmacia Alcolica di Palermo, locale aperto pochi mesi fa nel centro storico a due passi da Antica Focacceria San Francesco.

Non ci stuferemo mai di ricordarvi quanto sia importante la coerenza tra nome del locale, arredo, proposta. Cialis è stato pensato per una cocktail list nel segno dei medicinali, in linea con il nome del bar. Ecco quindi tra gli altri l’Aspirina, l’Aulin, Il Saridon, il Toradol e Viagra che possono essere bevuti insieme a focacce, antipasti caldi, fritto misto persino torte e dessert. Nel video Nicola Padorno mostra come si prepara questo twist del Gin Fizz.

 

Qui, la ricetta del Cialis:

Tecnica:
Shake and Strain
Bicchiere:
Collis:
Ingredienti:
chunk di ghiaccio
5 cl Gin Mare
2 cl estratto di lattuga
3 cl succo limone
1 cl sciroppo di zucchero
0,5 cl albume
top di soda
Decorazione:
fetta di pompelmo disidratata

cialis | Mercoledì 02 Febbraio 2022 - 7:27 pm | | Predefinito

«Ho preso troppo Viagra e gli effetti collaterali mi stanno rovinando la vita», la confessione choc

«Ho preso troppo Viagra per incrementare la mia vita sessuale, ma gli effetti collaterali mi stanno rovinando la vita», è la confessione di un lettore che ha scritto alla nota rubrica del tabloid The Sun “Dear Deidre”. L’uomo ha spiegato di aver preso la famosa pillola blu e di essersene pentito. 

«Pensavo che il Viagra fosse la risposta ai miei problemi di erezione, ma l'ultima volta che ho usato le pillole blu è stato disastroso. Ho avuto un'erezione imbarazzante che non finiva. Non ho potuto prendere mio figlio a scuola a causa dell'assunzione di troppo Viagra», ha raccontato. 

Poi ha chiarito: «Inizialmente sono stato contento dei risultati. Il Viagra mi ha aiutato a recuperare il mio vigore in camera da letto con una donna straordinaria, ma di recente è andato tutto storto perché non avevo dormito bene e ho preso qualcosa in più per precauzione. Il risultato è stato un furioso mal di testa e un'erezione che è durata ore. Avevo preso il triplo di quanto mi aveva prescritto il medico».

«Ho 52 anni - continua - e la mia amante 47. Mia moglie, che ha 50 anni, e io stiamo attraversando un brutto momento da due anni e ci siamo separati, ma viviamo ancora insieme. Eravamo d'accordo che potevamo andare a letto con altri partner purché fossimo discreti al riguardo. Avevo avuto problemi di erezione con mia moglie, quindi ero preoccupato di non essere in grado di fare sesso con la mia nuova partner». 

«Entrambi abbiamo avuto orgasmi incredibili, ma dopo che se ne è andata, sono rimasto con un'erezione dolorosa. È stato terribile, perché non potevo andare a prendere i miei figli a scuola. Sono rimasto a casa a letto fingendo di avere mal di pancia. Ora sono preoccupato di aver causato danni a lungo termine a me stesso e se non posso prendere il Viagra non sarò in grado di fare sesso», ha concluso. «Torna dal tuo medico di famiglia e spiega cosa è successo. A volte togliere il sesso per alcune settimane è sufficiente per incoraggiare il ritorno delle normali risposte sessuali», ha risposto Deidre.

cialis | Sabato 18 Dicembre 2021 - 6:50 pm | | Predefinito

"Dal Viagra una speranza per la prevenzione dell'Alzheimer": lo studio su Nature

Secondo uno studio il farmaco abbassa del 69% i rischi. Gli esperti si apprestano a organizzare un trial clinico per valutarne l'eventuale efficacia terapeutica

La pillola blu (il sildenafil usato contro la disfunzione erettile) potrebbe ridurre del 69% il rischio di ammalarsi di Alzheimer e potrebbe essere riposizionato come farmaco preventivo e terapeutico contro questa che è la più diffusa forma di demenza. Lo suggerisce uno studio condotto presso la Cleveland Clinic e pubblicato sulla rivista Nature Aging.

Gli esperti sono partiti da un database di 1600 farmaci già in uso con svariate indicazioni terapeutiche ed hanno selezionato tra questi quelle molecole con il potenziale di agire su due dei principali presunti attori dell’Alzheimer, i frammenti di peptide beta-amiloide e la proteina tau. Tra tutte le molecole selezionate gli esperti hanno individuato in particolare il sildenafil perché in grado di interagire sia con la beta-amiloide sia con tau.

Così gli scienziati sono passati alla seconda parte dello studio, sono andati ad analizzare i dati clinici di oltre 7 milioni di individui, confrontando il rischio di ammalarsi di Alzheimer di coloro che erano in cura con sildenafil (per impotenza o per ipertensione polmonare) e coloro che non avevano mai usato il farmaco.

Gli esperti hanno visto che a parità di altri fattori, i soggetti in cura con sildenafil presentavano un rischio di Alzheimer del 69% inferiore agli altri.
In esperimenti di laboratorio su animali, inoltre, il sildenafil si è dimostrato efficace nel ridurre il declino cognitivo di topolini con una forma di Alzheimer. Infine in esperimenti in provetta gli esperti hanno visto che il sildenafil stimola la crescita di nuovi neuroni.

Gli esperti si apprestano ora a organizzare un trial clinico di fase II (si può partire direttamente da questa fase avanzata visto che il sildenafil è già in uso da tempo) su pazienti con Alzheimer per valutare la reale efficacia terapeutica del farmaco.

cialis | Giovedì 09 Dicembre 2021 - 02:50 am | | Predefinito

Fidatevi del vaccino Pfizer, gli serviamo da vecchi: il comico usa il viagra per convincere i no-vax

Perché fidarsi di Pfizer? Perché sono gli unici a cui serviamo da vecchi. Altrimenti a chi lo vendono poi il Viagra? A smorzare l'argomento vaccini anti-Covid ci ha pensato Carmine del Grosso, comico itinerante nella provincia italiana: il ragionamento non fa una piega.

cialis | Sabato 27 Novembre 2021 - 9:31 pm | | Predefinito